mercoledì 27 ottobre 2010

M31 Galassia di Amdromeda


 
Immagine ripresa il 27 ottobre 2010
La Galassia di Andromeda, nota talvolta anche con il vecchio nome Grande Nebulosa di Andromeda o con le sigle di catalogo M 31 e NGC 224, è una galassia a spirale gigante facente parte del Gruppo Locale, assieme alla Via Lattea; si trova a circa 2,5 milioni di anni luce dalla Terra, in direzione della costellazione boreale di Andromeda, da cui prende il nome. Si tratta della galassia spirale di grandi dimensioni più vicina alla nostra Galassia; è visibile anche ad occhio nudo e si tratta dell'oggetto più lontano visibile da occhi umani senza l'ausilio di strumenti di osservazione.

Dati di ripresa: Telescopio Sky Watcher ED80 Pro su montatura Sky Watcher HEQ5 Pro in postazione fissa, telescopio guida Bressere SkyLux 70/700, fotocamera di ripresa Sony a550, camera guida MagZero MZ5m.

54 ligth x 180 secondi a 400 ISO per un totale di due ore e 40 minuti di posa, 15 dark, 15 flat e 15 dark dei flat: le singole immagini sono state sommate con IRIS e successivamente elaborate con PhotoShop CS
L'immagine che vedete è la quarta rielaborazione seguente ai vari suggerimenti ricevuti dagli amici di un forum...

martedì 26 ottobre 2010

Doppio ammasso in Perseo
Ripresa fatta il 26/10/2010
h+χ Per è una coppia di ammassi aperti molto luminosi, visibili nella costellazione di Perseo; devono il loro nome comune alla loro estrema vicinanza e somiglianza. Possiedono pure una lettera di riferimento (h e χ), nonché numeri di catalogo indipendenti (NGC 869 e NGC 884).


Riprese fatte con luna 80%

Dati di ripresa: Telescopio Sky Watcher ED80 Pro su montatura Sky Watcher HEQ5 Pro in postazionbe fissa, telescopio guida Bressere SkyLux 70/700, fotocamera di ripresa Sony a550, camera guida MagZero MZ5m.

31 ligth x 240 secondi a 400 ISO per un totale di due ore e 4 minuti di posa, 15 dark, 15 flat e 15 dark dei flat: le singole immagini sono state sommate con IRIS e successivamente elaborate con PhotoShop CS
L'immagine che vedete è la quarta rielaborazione, con questo soggetto ho imparato ad intervenire sulle curve e sui livelli per far emergere il più possibile il segnale catturato... un po' alla volta miglioriamo!

lunedì 25 ottobre 2010

Ok... fotografiamo... ma nel frattempo? ...ore ad aspettare guardando il grafico di PHD... che noia!
Ho due ottiche ed una sola montatura... provvediamo.
Mi avanzavano i cuscinetti sostutuiti alla HEQ5 ed il suo trepiede così ho deciso di farmi una montatura altazimutale per l'ED80 da usare in visuale quando stò riprendendo
E' doveroso precisare che per me l'autocostruzione non è finalizzata al risparmio ma bensì alla soddisfazione di poter dire "l'ho fatto io"... e speriamo che funzioni!!!
Appena mi sono affacciato all'astrofotografia ho capito subito che tutto quello che mi era stato detto riguardo alla necessità di una montatura stabile rappresenta le fondamenta di questa passione!!! Da qui la necessità di pensionare il treppiede della HEQ5 in favor di una colonna decisamente più stabile...
Sacrificando parecchie pause pranzio, assieme al mio collega Diego, che ringrazio infinitamente, ho realizzato una colonna che mi ha fatto scordare immediatamente quel trepiedi traballante... mi è capitato di riutilizzarlo durante un'uscita in montagna... no comment!
Adesso riesco a caricare 12 kg in set-up fotografico ed ottenere riprese da 6-8 minuti senza mosso!

domenica 10 ottobre 2010

venerdì 1 ottobre 2010

Appena acquistata la MZ5m per usarla come camera guida, mi sono costruito gli anelli guida per il rifrattore e la piastra per fissarli all'ottica di ripresa... dopo aver montato il tutto, orgoglioso della mia realizzazione, mi son reso  conto della difficoltà nel bilanciamento del sistema in quanto il gruppo ottico si poteva spostare solamente in direzione longitudinale agli strumenti... pensa, pensa! Ho realizzato una piastra di fissaggio che come prima cosa mi permettesse anche uno spostamento trasversale... e già che c'ero, ho fissato gli anelli del telescopio guida su un fianco avvicinando lo strumento al fulcro di rotazione in modo da diminuirne il momento di forza.... meccanica elementare!

Stupefacente... dopo avere montato tutto, ho dilanciato il sistema... era settembre, ancora caldino, quindi il grasso della montatura era particolarmente tenero e la stessa risultava particolarmente fluida... beh, il bilanciamento era talmente preciso che anche la presenza o meno del tappo delle ottiche, faceva ruotare l'asse.... è vero che la piastra è un peso che grava sulla montatura ma il beneficio in termini di equilibrio ripaga tutto!